EURO LABOR d.o.o., Šetalište V. Gortana 38, 52470 UmagTel: +385 52 772 266 :: Mob: +385 99 3042 001 ::

01.12.2017. - SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI NELLE AZIENDE FAMILIARI

Finalita' del bando: l'obiettivo di questa misura è incentivare lo sviluppo di attività non agricole e aumentarne la relativa occupazione. 

Soggetti ammessi: I soggetti ammessi sono le aziende agricole (OPG, artigianato, commercio, cooperative) registrate nel registro degli agricoltori da almeno un anno. L’attività agricola deve avere una dimensione economica minima pari a € 1.000. 

Progetti ammessi: 

a) attività turistiche realizzate in aree rurali;

b) artigianato tradizionale, artigianato artistico, artigianato per la realizzazione di souvenir e artigianato manuale;

c) attività di servizi in aree rurali comprese in agricoltura e silvicoltura;

d) trasformazione, commercializzazione e vendita diretta di prodotti.
I progetti dovranno essere realizzati in aree rurali e in villaggi con non più di 5000 abitanti. 

Tipologia di contributo: Contributo a fondo perduto. L'importo del sostegno sarà pari a € 50.000,00.

Percentuali di contribuzione: L’intensità del contributo sarà pari al 100% dei costi totali ammissibili.

Apertura bando: in attesa di apertura bando

15.06.2017. - COMMERCIALIZZAZIONE DELL'INNOVAZIONE NEL MERCATO

Finalita' del bando: Sostenere progetti che mirano a nuovi prodotti e servizi ad alto valore aggiunto che hanno un impatto positivo sulle prestazioni e sulla crescita delle imprese e con il potenziale di mercato a livello internazionale.

Soggetti ammessi: Piccole e medie imprese, micro imprese

Programmi ammessi: 

A) Sostegno all'innovazione per le PMI (art. 28. GBER)

- Regolare il prodotto / servizio sviluppato secondo i requisiti del mercato

- Applicazione (commercializzazione) del risultato della propria ricerca e sviluppo

B) Sostegno per il processo dell'innovazione e dell'organizzazione del lavoro (art. 29 GBER)

- Regolare il prodotto / servizio sviluppato secondo i requisiti del mercato

- Applicazione (commercializzazione) del risultato della propria ricerca e sviluppo

C) Attività collegate alla realizzazione del progetto (Supporto dei valori minimi (de minimis))

- Revisione del progetto- Informazione e notorieta'

- Preparazione della documentazione del progetto

- Servizi di gestione del progetto

Tipologia di contributo: A fondo perduto.Il valore minimo della sovvenzione è di 760.000,00 kune. L'importo del supporto non puo' oltrepassare la soglia dei 7.600.000,00 kune.

Percentuali di contribuzione: 

A) Sostegno per l'innovazione per le PMI – fino a  7.600.000,00 HRK – 50%

B) Sostegno peri l processo dell'innovazione e organizzazione del lavoro – fino a  7.600.000,00 HRK – 50%

C) Sostegno valore minimo – 200.000,00 € - 75%
L'importo minimo del supporto e' di 760.000,00 HRK. L'importo totale del supporto A) – C) non puo' oltrepassare i 7.600.000,00 HRK.

Apertura bando: 15.02.2017.

Chiusura bando: 31.12.2017.

03.05.2017. - DALLA CERTIFICAZIONE DEL PRODOTTO AL MERCATO

Finalita' del bando: Con una maggiore applicazione delle norme, insieme ad una soluzione tecnologica affidabile, contribuire alle attività dei PMI per garantire che la qualità, la sicurezza e l'affidabilità dei loro prodotti siano requisiti necessari per aumentare le esportazioni e la competitività complessiva. Il sostegno all'introduzione e all'applicazione di norme europee e internazionali riconosciute a livello globale consentirà ai PMI di trarre vantaggio dall'applicazione delle norme di accesso ai nuovi mercati.

Soggetti ammessi: Piccole e medie imprese, micro imprese

Programmi ammessi: I programmi ammessi che possono essere finanziati nell'ambito di questo invito si riferiscono alla certificazione del prodotto, vale a dire la valutazione della conformità di un prodotto con specifiche norme o specificazioni (in conformità alle direttive dell'UE e ad altri paesi e alle norme riferite alle direttive). Le attività di progetto ammissibili possono essere tutte le azioni previste dalla procedura di valutazione della conformità, incluse le attività di verifica (ad esempio prova, esame, certificazione, misurazione o calibrazione) e l'ottenimento di un certificato di conformità (es. Rapporto di prova, certificato, attestato di conformità, conferma di revisione, dichiarazione delle caratteristiche).

Tipologia di contributo: A fondo perduto. Il valore minimo del contributo è di 20.000 HRK. Il valore massimo del contributo è di 1.000.000,00 HRK.

Percentuali di contribuzione: per le micro e le piccole imprese 85% e per le medie imprese il 65%

Apertura bando: 03.05.2017

Chiusura bando: 29.12.2017

29.03.2017. - INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE ATTIVITA' COMMERCIALI DELLE PMI

Finalita' del bando: Lo scopo di questo bando e' quello di aumentare la capacita' dell'economia croata, di partecipare ai mercati globali ed aumentare il numero d'esportazioni totali di beni e servizi migliorando le condizioni per il lavoro nel mercato internazionale.

Soggetti ammessi: Piccole e medie imprese, micro imprese

Programmi ammessi: 

  • spettacoli, fiere internazionali al di fuori della Repubblica della Croazia con almeno il 10% degli espositori stranieri o il 5% dei visitatori d'affari stranieri e che sono esclusivamente iscritti all'indirizzo www.expodatabase.com, www.auma.

  • presentazione delle PMI nell'ambito della fiera internazionale al di fuori della Repubblica della Croazia,  a cui il richiedente partecipa come espositore

  • costi di ricerca del mercato estero per la commercializzazione dei prodotti su un nuovo mercato al di fuori della Repubblica di Croazia

  • realizazzione del materiale promozionale per la fiera internazionale al di fuori della Repubblica di Croazia

  • partecipazione alle conversazioni d'affari o incontri, che si svolgono all'interno di incontri/fiere interanzionali al di fuori della Repubblica della Croazia

  • costi del servizio di un esperto esterno per la gestione del progetto

Tipologia di contributo: A fondo perduto. Il valore minimo del contributo è di 100.000 HRK. L'importo massimo è di 1.000.000,00 HRK.

Percentuali di contribuzione: per le micro e le piccole imprese 85% e per le medie imprese il 65%

Apertura bando:10.05.2017 

Chiusura bando:31.12.2017

 

06.03.2017. - COMPETTIVITA' DEL MERCATO TURISTICO

Il ministero del turismo ha pubblicato il 6 marzo del 2017 il bando pubblico per la candidatura del progetto di sostegno nel programma '' competitivita' del mercato turistico''.

Le finalita' del programma sono in conformita' con i piani di strategia dello sviluppo del turismo della Reppublica della Croazia fino al 2020, e l'importo del sostegno e' di 21.900.000 kn.

Il bando e' aperto fino il 10 aprile 2017. Al bando possono presentarsi le societa' al di fuori del settore pubblico, artigianato e cooperativa, famiglie contadine, (OPG con servizi gastronomici e turistici) e persone fisiche che affittano privatamente.

L'oggetto del bando pubblico e' l'assegnazione del sostegno del ministero del turismo per lo sviluppo delle piccole e medie imprese, miglioramento di piccoli hotel a conduzione famigliare, miglioramento degli alloggi a conduzione famigliare, sviluppi sostenibili, sviluppo di vari tipi di turismo ed aumentare la competitivita' del turismo croato con:

Misura A – aumento dello standard, qualita' e offerte aggiunte, diversificazione aziendale e sviluppo sostenibile, utilizzo di nuove tecnologie, miglioramento del servizio sociale dei seguenti servizi ristorativi:

Hotel, camping e altri tipi, OPG per turismo rurale

Misura B – sviluppo altri tipi di turismo

Misura C – sicurezza

Misura D -  riconoscimento

Il testo completo del programma e la documentazione di accompagnamento sono parte integrante di questo bando pubblico ed  disponibile sul sito web del Ministero (www.mint.hr)

01.02.2017. - PIANO DI PUBBLICAZIONE DEI BANDI PER IL 2017

Scarica qui il piano di pubblicazione dei bandi per il 2017: http://ruralnirazvoj.hr/plan-objave-natjecaja/

27.01.2017. - SUPPORTO ALLO SVILUPPO DI PICCOLE AZIENDE AGRICOLE

Fondo: Fondo europeo di sviluppo regionale

Programma operativo: programma di sviluppo rurale della Croazia per il periodo 2014-2020

Tipo di contributo: a fondo perduto

Status: aperto dal 27.01.2017 fino al 27.03.2017

La possibilità di applicazione: dal 27.02.2017

Ente di competenza: Ministero dell'agricoltura

Settore: piccole aziende agricole

Soggetti beneficiari: i soggetti ammissibili possono essere le piccole aziende agricole la cui grandezza economica rientra tra le 2.000 e 7.999 €

Programmi ammissibili: all'interno di questo supporto sono ammissibili tutte le attività di produzione agricola in conformità alla Legge sull'agricoltura. Sono ammissibili gli investimenti che possono assicurare la crescita sostenibile e lo sviluppo di piccole aziende, e ciò comprende beni materiali, bestiame, terreni agricoli, macchinari, attrezzature e altro. Tutte le attività devono essere elencate nel business plan

Spese ammissibili:

1. Acquisto di animali, piante annuali e perenni, semi e piantine

2. Acquisto, costruzione e/o attrezzamento di spazi chiusi/protetti e strutture, e altre strutture commerciali inclusa l'infrastruttura interna ed esterna nell'ambito dell'azienda agricola con lo scopo di produzione agricola e/o lavorazione dei prodotti

3. Acquisto o affitto terreni agricoli

4. Acquisto di meccanizzazione agricola, macchinari e attrezzature

5. Coltivazione di nuove piantagioni o ristrutturazione di quelle esistenti

6. Sistemazione e miglioramento della qualità del terreno agricolo per lo scopo di produzione agricola

7. Costruzione e/o attrezzamento di strutture per la vendita e presentazione di propri prodotti, incluse le spese di promozione dei propri prodotti agricoli

8. Acquisizione di conoscenze e competenze professionali necessarie per svolgere attività di produzione agricola e la lavorazione dei prodotti

9. Attività di business dell'azienda agricola

Percentuale di contribuzione: l'intensità di supporto è espressa come percentuale del supporto pubblico delle spese ammissibili dell'investimento, ed importa fino al 100% del totale delle spese ammissibili.

Limiti di spesa: il valore massimo di supporto è di 15.000,00 €

21.12.2016. - SUPPORTO AI GIOVANI AGRICOLTORI

Fondo: Fondo europeo di sviluppo regionale

Programma operativo: Programma di sviluppo rurale della Croazia per il periodo 2014-2020

Tipo di contributo: a fondo perduto

Status: aperto dal 21.12.2016 fino al 24.02.2017

Ente di competenza: Ministero dell'agricoltura

Settore: piccole aziende agricole

Soggetti beneficiari:

Persone fisiche che al momento dell'applicazione della domanda sono tra I 18 – 40 anni di età, possiedono competenze e conoscenze professionali adeguate riguardo l'agricoltura, e avviano per la pria volta un'azienda agricola come titolari di aziende agricole

Sono registrati come produttori agricoli in conformità con la Legge sull'agricoltura per un periodo di al massimo 15 mesi prima del giorno di applicazione della domanda

L'utente deve avere competenze e conoscenze adeguate sull'agricoltura per svolgere attività agricole. Se non soddisfa le richieste riguardo la competenza e la conoscenza, deve realizzare le stesse entro 36 mesi dal giorno della Decisione sulla ripartizione dei fondi, a condizione che queste necessità siano menzionate nel business plan. 

L'utente di questa sub-misura ha l'obbligo di regolare la propria azienda in conformità alla definizione di un'azienda agricola attiva, entro 18 mesi dal giorno di fondazione / attivazione dell'azienda

Programmi ammissibili: All'interno di questo supporto sono ammissibili tutte le attività di produzione agricola in conformità alla Legge sull'agricoltura. Il supporto start-up può coprire le spese d'acquisto dei diritti di proprietà, di bestiame, beni materiali, macchinari, acquisto o affitto di terreni agricoli... 

Spese ammissibili: Non ci sono specificazioni riguardo gli investimenti ammissibili, le spese dell'investimento devono essere in conformità con il business plan presentato dall'utente, nel quale verrà presentato il piano del modo nel quale l'investimento assicurerà la sua crescita e lo sviluppo sostenibile

Limiti di spesa: Il valore massimo di supporto pubblico per progetto è di 50.000 €

Percentuali di contribuzione: L'intensità del supporto è espresso come una percentuale di supporti pubblici nelle spese ammissibili dell'investimento, ed importa fino al 100% del totale delle spese ammissibili

21.09.2016. - SVILUPPO DELLE INFRASTRUTTURE DI BUSINESS

Tipo di bando: a fondo perduto

Regione: Croazia

Settore: PMI, infrastruttura

Apertura del bando: 15.09.2016.

Chiusura del bando: 31.12.2016.

Fondi a disposizione: 50.789.224,00 €

Soggetti beneficiari: comuni, incubatori d'impresa, cluster

Soggetti beneficiari partner: comuni, incubatori d'impresa, cluster

Programmi ammissibili: gli investimenti in costruzioni e / o attrezzature d'infrastruttura imprenditoriale

Spese ammissibili:

- investimenti in beni materiali e immateriali con l'obiettivo di dotare un'impresa già esistente con infrastruttura imprenditoriale per fornire nuovi e / o migliori servizi agli imprenditori

- Investimenti in beni materiali e immateriali con l'obiettivo di costruire / ricostruire e alla fornitura d’infrastruttura imprenditoriale per fornire nuovi servizi agli imprenditori

Fonti a disposizione: 380.000.000,00 HRK

Limiti di spesa: il valore minimo di supporto è 200.000,00 HRK mentre il valore massimo di supporto è 20.000.000,00 HRK

21.07.2016. - E - IMPULS

Fondo: il Fondo europeo di sviluppo regionale

Programma operativo: programma operativo di competitività e coesione per il periodo 2014i-2020

Tipo di bando: apertura del bando (invito alla presentazione della domanda)

Status: bando chiuso

Ente di competenza: Ministero dell'artigianato e imprenditoria'

Settore: PMI, artigianato

Soggetti beneficiari: i soggetti ammissibili possono essere persone fisiche o giuridiche che sono micro, piccole e medie imprese

Limiti di spesa: Il valore minimo di supporto è di 30.000 HRK è Il valore massimo di supporto è di 300.000,00 HRK.

Percentuali di contribuzione:

- piccole imprese 65%

- micro imprese 85%

Fondi a disposizione: 250.000.000,00 HRK

19.05.2016. - LA COMPETENZA E LO SVILUPPO DELLE PMI (KK.03.2.1.05)

Fondo: il Fondo europeo di sviluppo regionale

Programma operativo: programma operativo di competitività e coesione per il periodo 2014i-2020

Tipo di bando: apertura del bando (invito alla presentazione della domanda)

Apertura bando: La presentazione della domanda possibile dal 20.06.2016

Chiusura bando: Bando aperto fino al 31.12.2016, o ad esaurimento fondi.

Ente di competenza: Ministero dell'artigianato e imprenditoria'

Settore: PMI, artigianato

Finalità: Rafforzare la competitività regionale attraverso lo sviluppo delle piccole e medie imprese e lo sviluppo di nuove competenze e creazione di nuovi posti di lavoro.

Soggetti beneficiari: i soggetti ammissibili possono essere persone fisiche o giuridiche che sono micro, piccole e medie imprese

Programmi ammissibili: investimento in beni materiali, investimento in beni immateriali, servizi di consulenza forniti da parte di consulenti esterni, partecipazione a fiere, formazione 

Spese ammissibili:

–    Preparazione del terreno

–    bonifica del terreno

–    spese di costruzione, ricostruzione, modernizzazione degli edifici, uffici, di altre strutture e dell'ambiente circostante, direttamente collegati ai risultati del progetto

–    spese comunali, spese di allacciamenti idrici ed elettrici, spese del permesso d'utilizzo

–    acquisto di nuovi macchinari, attrezzature, strumenti, veicoli da lavoro e le spese relative all'attivazione, trasporto, montaggio e messa in servizio, se ad attivarli è il fornitore. Le spese di montaggio delle attrezzature sono spese ammissibili se si trovano sulla stessa fattura con l'attrezzatura acquistata, e rappresentano parte integrante dell'acquisto delle stesse

–    investimenti in misure di efficienza energetica, in relazione agli obiettivi del progetto

–    acquisto di strumenti di misurazione, relativi al progetto

–    spese informatico-comunicative e soluzioni audio/video (hardware e software) che sono direttamente collegati agli obiettivi del progetto

–    affitto di beni materiali se la locazione degli impianti e macchinari è sotto forma di leasing finanziario e contiene l'obbligo d'acquisto della proprietà da parte dell'utente del supporto, dopo la scadenza del contratto d'affitto.

–    Acquisto di brevetti, diritti d'autore, know-how o altri tipi di proprietà intellettuale, se soddisfa l'articolo 7 del Programma di supporto

–    servizio di gestione del progetto

–    servizio di attuazione del  degli appalti pubblici

–    preparazione della documentazione (es. appalti pubblici) e documentazione di attuazione (es. progetto esecutivo)

–    servizi di revisione per la verifica dei costi del progetto

–    affitto, sistemazione e gestione di uno stand in caso di partecipazione a fiere o esposizioni con l'obiettivo di presentare il proprio prodotto che è emerso come risultato dell'investimento  per il quale è stato approvato il finanziamento

–    costi di relatori, per le ore di partecipazione a corsi di formazione

–    costi operativi relativi ai costi di formazione come spese viaggio, spese materiali e di consumo direttamente connesse al progetto, ammortamento degli strumenti e attrezzature se usati esclusivamente per il progetto di formazione

–    spese di alloggio minime necessarie per i partecipanti alla formazione che sono lavoratori disabili

–    costi di servizi di consulenza relativi al progetto di formazione

–    costi di partecipazione del personale alla formazione e spese generali indirette (costi amministrativi, affitto, spese generali) per le ore di partecipazione alla formazione

Limiti di spesa: Il valore minimo di supporto è di 300.000 HRK, Il valore massimo di supporto è di 30.000.000 HRK.

Tipologia di contributo: a fondo perduto

Percentuali di contribuzione:

L'intensità di supporto regionale è del 35% per le medie imprese e del 45% per le micro e piccole imprese. Il supporto per servizi di consulenza a favore delle piccole e medie imprese non può superare il 50% dei costi ammissibili. Il supporto per la partecipazione alle fiere non supera il 50% dei costi ammissibili. I supporti per la formazione saranno assegnati come segue: per le medie imprese il 60% dei costi ammissibili (70% per i lavoratori disabili) e per le piccole e micro imprese, il 70% dei costi ammissibili.

Fondi a disposizione: 867.000.000,00 HRK.

04.04.2016. - INVESTIMENTI IN CANTINE E MARKETING DEL VINO

Programma operativo: programma d'aiuto al settore vinicolo 2014-2018

Tipo di contributo: a fondo perduto

Status: aperto dal 01.04.2016. fino al 16.05.2016.
 
La possibilità di applicazione: dal 01.04.2016.

Ente di competenza: Ministero dell' agricoltura

Soggetti beneficiari: produttori (persone fisiche o giuridiche) iscritte nel Registro vitivinicolo nel momento di presentazione della domanda.

  • persone fisiche soggette all'imposta sul reddito

  • micro, piccole e medie imprese che hanno fino a 250 dipendenti e un fatturato fino a 50 milioni € e/o il bilancio totale annuale fino a 43 milioni €

  • grandi imprese che hanno meno di 750 dipendenti o un fatturato inferiore a 200 milioni €

  • grandi imprese che hanno 750 o piu' dipendenti o un fatturato di 200 milioni € o piu'

Programmi ammissibili:

a) Costruzione/ricostruzione di beni immobili

b) Acquisto di nuovi macchinari e attrezzature, inclusi I programmi informatici

c) Spese generali legate alle spese dei punti a) e b) (costi di architetti, ingegneri, servizi di consulenza, analisi fattibilita', acquisto di brevetti e licenze)

Spese ammissibili:

1. Costruzione/ricostruzione di beni immobili

1.1. produzione di vini (dalla ricezione dell'uva, all'imbottigliatura ed etichettatura dei vini in cantina)

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.1.1. regolazione della temperatura (raffreddamento camere, celle frigorifere) spese acquisto e montaggio di impianti di refrigerazione, spese costruzione isolamento /ventilazione

1.1.2. infrastruttura delle cantine podruma (tubature, tubi e varie reti (ossigeno, azoto, acqua, SO2)) – spese per opere edili, artigianali e di installazione

1.2. controllo della qualita'

1.2.1. costruzione/allestimento di laboratorio per il controllo della qualita' dei prodotti dell'uva e vino (costruzione di un laboratorio analitico, anche per vini biologici)

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.3. marketing dei vini e prodotti dell'uva e vino

1.3.1. costruzione di spazi/strutture per la presentazione e vendita (enoteche, showroom, spazi commerciali, negozi, punti vendita al di fuori dell'area commerciale croata, punti vendita nell'azienda o al di fuori dell'unita' di produzione)

  • opere edili

  • opere artigianal

  • opere di installazione

1.4. investimenti relativi all'azienda nel suo complesso – costruzione di strutture di sostegno connesse agli impianti vitivinicoli

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.5. spese generali legate alle attivita' dei punti 1.1.-1.4.

1.5.1. spese generali – costi architetti e ingegneri, costi di consulenza (fino al 10% del totale importo ammissibile

Limiti di spese: 

Il valore minimo di supporto e' di 5.000 €

Il valore massimo di supporto per le micro, piccole e medie imprese e' di 1.500.000 €.

Il valore massimo di supporto per le grandi imprese (meno di 750 dipendenti, fatturato fino a 200 milioni €) 750.000 €; grandi imprese (750 e piu' dipendenti, 200 milioni o piu' di fatturato) 550.000 €.

Percentuale di contribuzione:

L'intensita' di supporto per le micro, piccole e medie imprese e' del 50%.

L'intensita' di supporto per le grandi imprese (meno di 750 dipendenti, fatturato fino a 200 milioni €) e' del 25%.

L'intensita' di supporto per le grandi imprese (750 e piu' dipendenti, 200 milioni o piu' di fatturato) e' del 24%. 

10.01.2016. - L'AUMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA E L'UTILIZZO DELLE FONTI RINOVABILI NEL SETTORE PRIVATO –IL TURISMO E IL COMMERCIO (4B2.1)

Tipo di contributo: a fondo perduto

Status: in atesa

Data indicativa di pubblicazione: 31. marzo 2016

Soggetti beneficiari: micro, medie e grandi imprese

Settore: ambiente, energia, impreditiorialità, turismo

Spese ammissibili:

- misure di efficienza energetica che portano ad una riduzione dei consumi energetici, come per esempio gli investimenti nella ricostruzione di strutture;

- lo sviluppo delle infrastrutture per l'energia rinnovabile  nelle aziende del settore dei servizi (turismo e commercio), la transizione dall convenzionale a fonti energetichi alternativi;

- attuazione di misure per aumentare l'efficienza energetica nel settore dei servizi (turismo e commercio);

- gli investimenti in infrastrutture che contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica;

- servizi di promozione e consulenza per le imprese.

Soggetti beneficiari: aziende del settore del servizio (turismo e commercio)

Limiti di spese:

Il valore minimo di supporto e' di 100.000,00 HRK.

Il valore massimo di supporto e' di 1.500.000,00 HRK.

Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto e' del 85%.

Fondi a disposizione: 340.000.000,00 HRK.

18.11.2015 - RISTRUTTURAZIONE E CONVERSIONE DEI VIGNETI

Programma operativo: programma d'aiuto al settore vinicolo 2014-2018
 
Tipo di contributo: a fondo perduto
 
Status: aperto dal 18.11.2015. fino al 21.12.2015.
 
La possibilità di applicazione: dal 21.12.2015.
 
Ente di competenza: Ministero dell' agricoltura
 
Soggetti beneficiari: produttori (persone fisiche o giuridiche) iscritte nel Registro vitivinicolo nel momento di presentazione della domanda. Le persone fisiche soggette all'imposta sul reddito

Programmi ammissibili:

a) sostituzione delle specie (incluse quelle innestate)

b) trasferimento dei vigneti

c) miglioramento delle tecniche di vinificazione

Spese ammissibili:

A) Investimenti relativi alla sostituzione della specie e trasferimento dei vigneti:

• attivita' relative alla ristrutturazione dei vigneti – disboscamento del terreno, rimozione dei pali, cavi, raccolta e trasporto di parti di viti, radici e altri residui vegetali

• attivita' relative alla preparazione del terreno di un nuovo vigneto (ristrutturato); analisi del terreno, pulizia del terreno da pietre, aratura, triturazione del terreno roccioso, livellamento del terreno per vigneti, disinfezione, concimazione minerale e biologica

• attivita' relative alla coltivazione o all'inesto di vigneti nuovi (ristrutturati); pianificazione di piantatura, piantagione vigneti (incluse manodopera, materiali e altri costi), innestamento, installazione e cambio delle strutture di sostegno di un vigneto nuovo (ristrutturato), acquisto di materiali.

B) Investimenti ammissibili nell'ambito del miglioramento delle tecniche di vinificazione nella gestione del vigneto (inclusa la sostituzione della specie o mantenimento di quella esistente):

• attivita' di cambiamento della densita' del vigneto – cambio della distanza tra le file del vigneto per evitare il sovraccarico delle singole viti o per il maggior utilizzo della superficie di produzione o per facilitare l'accesso alle macchine...

• attivita' di cambiamento della struttura di suporto in modo da aumentare la superficie della foglia, attivita' ammissibile puo' essere anche il cambiamento della struttura di supporto esistente con l'aggiunta di almeno un filo.

• attivita' relative al cambiamento della pendenza/livello del vigneto – cambiamento della pendenza del terreno, livellamento del terreno e trasformazione e creazione di un vigneto che permette un diretto accesso con il trattore

• attivita' relative alla costruzione di sistemi antierosione (drenaggio) nel vigneto – canali per il drenaggio e/o colettori, scali sotterranei

• attivita' relative alla costruzione di terrazzi e muri – terrazzamento, stabilimento, ricostruzione terrazzi con o senza muri in pietra, costruzione o ricostruzione dei muri, comprese le fondamenta necessarie

• attivita' relative alle installazioni tecniche in un vigneto nuovo (ristrutturato) – installazione della struttura di supporto del vigneto nuovo (ristrutturato).

• attivita' relative al'introduzione o miglioramento del sistema di irrigazione 

Limiti di spesa: 

Il valore minimo di supporto e' di 5.000 €

Il valore massimo di supporto e' di750.000 €

Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto e' del 50% delle totali spese ammissibili.

18.11.2015 - INVESTIMENTI IN CANTINE E MARKETING DEL VINO

Programma operativo: programma d'aiuto al settore vinicolo 2014-2018

Tipo di contributo: a fondo perduto

Status: aperto dal 18.11.2015. fino al 21.12.2015.
 
La possibilità di applicazione: dal 18.11.2015.

Ente di competenza: Ministero dell' agricoltura

Soggetti beneficiari: produttori (persone fisiche o giuridiche) iscritte nel Registro vitivinicolo nel momento di presentazione della domanda.

  • persone fisiche soggette all'imposta sul reddito

  • micro, piccole e medie imprese che hanno fino a 250 dipendenti e un fatturato fino a 50 milioni € e/o il bilancio totale annuale fino a 43 milioni €

  • grandi imprese che hanno meno di 750 dipendenti o un fatturato inferiore a 200 milioni €

  • grandi imprese che hanno 750 o piu' dipendenti o un fatturato di 200 milioni € o piu'

Programmi ammissibili:

a) Costruzione/ricostruzione di beni immobili

b) Acquisto di nuovi macchinari e attrezzature, inclusi I programmi informatici

c) Spese generali legate alle spese dei punti a) e b) (costi di architetti, ingegneri, servizi di consulenza, analisi fattibilita', acquisto di brevetti e licenze)

Spese ammissibili:

1. Costruzione/ricostruzione di beni immobili

1.1. produzione di vini (dalla ricezione dell'uva, all'imbottigliatura ed etichettatura dei vini in cantina)

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.1.1. regolazione della temperatura (raffreddamento camere, celle frigorifere) spese acquisto e montaggio di impianti di refrigerazione, spese costruzione isolamento /ventilazione

1.1.2. infrastruttura delle cantine podruma (tubature, tubi e varie reti (ossigeno, azoto, acqua, SO2)) – spese per opere edili, artigianali e di installazione

1.2. controllo della qualita'

1.2.1. costruzione/allestimento di laboratorio per il controllo della qualita' dei prodotti dell'uva e vino (costruzione di un laboratorio analitico, anche per vini biologici)

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.3. marketing dei vini e prodotti dell'uva e vino

1.3.1. costruzione di spazi/strutture per la presentazione e vendita (enoteche, showroom, spazi commerciali, negozi, punti vendita al di fuori dell'area commerciale croata, punti vendita nell'azienda o al di fuori dell'unita' di produzione)

  • opere edili

  • opere artigianal

  • opere di installazione

1.4. investimenti relativi all'azienda nel suo complesso – costruzione di strutture di sostegno connesse agli impianti vitivinicoli

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.5. spese generali legate alle attivita' dei punti 1.1.-1.4.

1.5.1. spese generali – costi architetti e ingegneri, costi di consulenza (fino al 10% del totale importo ammissibile

Limiti di spese: 

Il valore minimo di supporto e' di 5.000 €

Il valore massimo di supporto per le micro, piccole e medie imprese e' di 1.500.000 €.

Il valore massimo di supporto per le grandi imprese (meno di 750 dipendenti, fatturato fino a 200 milioni €) 750.000 €; grandi imprese (750 e piu' dipendenti, 200 milioni o piu' di fatturato)550.000 €

Percentuale di contribuzione:

L'intensita' di supporto per le micro, piccole e medie imprese e' del 50%.

L'intensita' di supporto per le grandi imprese (meno di 750 dipendenti, fatturato fino a 200 milioni €) e' del 25%.

L'intensita' di supporto per le grandi imprese (750 e piu' dipendenti, 200 milioni o piu' di fatturato) e' del 24%. 

01.10.2015. - SUPPORTO AI GIOVANI AGRICOLTORI

Fondo: Fondo europeo di sviluppo regionale

Programma operativo: programma di sviluppo rurale della Croazia per il periodo 2014-2020

Tipo di contributo: a fondo perduto

Status: aperto dal 05.10.2015. fino al 23.12.2015.
 
La possibilità di applicazione: dal 05.10.2015.

Ente di competenza: Ministero dell' agricoltura

Settore: piccole aziende agricole

Soggetti beneficiari: 

  • Persone fisiche che al momento dell'applicazione della domanda sono tra I 18 – 40 anni di eta', possiedono competenze e conoscenze professionali adeguate riguardo l'agricoltura, e avviano per la pria volta un'azienda agricola come titolari di aziende agricole
  • sono registrati come produttori agricoli  in conformita' con la Legge sull'agricoltura per un periodo di al massimo 15 mesi prima del giorno di applicazione della domanda
  • l'utente deve avere competenze e conoscenze adeguate sull'agricoltura per  svolgere attivita' agricole. Se non soddisfa le richieste riguardo la competenza e la conoscenza, deve realizzare le stesse entro 36 mesi dal giorno della Decisione sulla ripartizione dei fondi, a condizione che queste necessita' siano menzionate nel business plan.  
  • L'utente di questa sub-misura ha l'obbligo di regolare la propria azienda in conformita' alla definizione di un'azienda agricola attiva, entro 18 mesi dal giorno di fondazione / attivazione dell'azienda

Programmi ammissibili: All'interno di questo supporto sono ammissibili tutte le attivita' di produzione agricola in conformita' alla Legge sull'agricoltura. Il supporto start-up puo' coprire le spese d'acquisto dei diritti di proprieta', di bestiame, beni materiali, macchinari, acquisto o affitto di terreni agricoli...  

Spese ammissibili: Non ci sono specificazioni riguardo gli investimenti ammissibili, le spese dell'investimento devono essere in conformita' con il business plan presentato dall'utente, nel quale verra' presentato il piano del modo nel quale l'investimento assicurera' la sua crescita e lo sviluppo sostenibile

Limiti di spesa: Il valore massimo di supporto pubblico per progetto e' di 50.000 €

Percentuali di contribuzione: L'intensita' del supporto e' espresso come una percentuale di supporti pubblici nelle spese ammissibili dell'investimento, ed importa fino al 100% del totale delle spese ammissibili

18.09.2015. - PODUZETNIČKI IMPULS 2015: RIVITALIZZAZIONE DI STRUTTURE COMMERCIALI / UFFICI - 2. TURNO

Tipo di bando: apertura del bando (invito alla presentazione della domanda)

Tipo di contributo: a fondo perduto
 
Status: aperto dal 28.09.2015. fino al 19.10.2015

La possibilità di applicazione: dal 28.09.2015

Ente di competenza: Ministero dell' artiganato e imprenditoria'

Soggetti beneficiari: micro i e piccole imprese (eccetto per I codici ATECO che riguardano l'agricoltura, selvicoltura e pesca; attivita' per che offrono servizi di preparazione cibo e bevande; attivita' relative a giochi d'azzardo e scommesse; attivita' di produzione e vendita di pane)
 
Programmi ammissibili: arredamento di locali commerciali/uffici in affitto a lungo termine, adattamento, conversione e allargamento locali commerciali/uffici, adattamento degli uffici per persone disabili 
 
Spese ammissibili: tutte le spese di arredamento dei locali commerciali, tutte le spese di adattamento, conversione e allargamento locali commerciali/uffici, spese relative all'adattamento uffici per persone disabili 
 
Periodo di eleggibilita' spese: tutte le spese sostenute prima della presentazione del progetto, non sono ammissibili

Limiti di spese: il valore minimo di supporto e' di 20.000 kune e il valore massimo di supporto e' di 50.000 kune
 
Percentuale di contribuzione: l''intensita' di supporto per le micro e piccole imprese va fino al 100% delle totali spese ammissibili

Fondi a disposizione: 4.437.500,00 kunae

25.08.2015. - PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE INFRASTRUTTURE TURISTICHE PUBBLICHE NEL 2015

Tipo di contributo: a fondo perduto

Stato: aperto dal 06.08.2015 fino al 21.09.2015

Possibilita' di applicazione: dal 06.08.2015

Ente di competenza: Ministero del turismo

Soggetti ammissibili: Soggetti del settore pubblico

Governi locali (regioni); governi locali (citta', comuni); enti pubblici che gestiscono aree protette

Oggetto di finanziamento:

- Spiagge

- Centri di interpretazione/per visitatori

- Infrastruttura cicloturistica pubblica

- Strutture di infrastrutture turistiche gestite da enti locali che gestiscono aree protette      

- Progetti di infrastrutture turistiche pubbliche finanziati dai Fondi di sviluppo del turismo attraverso i programmi del Ministero del turismo del 2013 e 2014 - continuazione 

Spese ammissibili: 

Costi realizzazione della documentazione progettuale

Spese di costruzione, ampliamento, ricostruzione o adattamento, arredamento e attrezzamento di strutture dell'infrastruttura turistica pubblica

Imposta sul valore aggiunto con allegata la Dichiarazione riguardo l'IVA (Allegato 1)

Spese non ammissibili:

- progetti che non sono in conformita' con la documentazione della pianificazione territoriale o con le leggi applicabili della Croazia

- progetti non chiari (se dalla documentazione consegnata non sono chiari gli obiettivi, lo scopo e la valorizzazione turistica) e progetti che non sono in conformita' con il Programma

- progetti che non hanno regolate le condizioni di proprieta' o altre condizioni legali o che non hanno nessuna competenza su strutture dove si intende realizzare il progetto presentato

- progetti di soggetti che non hanno debiti fiscali verso lo stato

Limiti di spese: Il valore minimo di supporto e' di 100.000 kune, mentre il valore massimo di supporto e' di 2.000.000 di kune.

Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto arriva fino all'80% delle totali spese ammissibili per singolo programma o progetto. 



13.07.2015. - PODUZETNIČKI IMPULS: AUMENTO DELLA COMPETTIVITA' DELL'INDUSTRIA MANIFATTURIERA


Tipo di contributo: a fondo perduto 

Status: aperto dal 20.07.2015 fino al 03.08.2015

La possibilità di applicazione: dal 20.07.2015

Ente di competenza: Ministero dell' artiganato e imprenditoria'

Soggetti beneficiari: micro e piccole imprese (produzione)
 
Programmi ammissibili: 
  1. Investimento nello sviluppo e acquisto di nuove tecnologie che portano allo sviluppo di un nuovo prodotto o al miglioramento dei prodotti esistenti, miglioramento della produzione e creazione di nuovi valori.
  2. Investimento nell'aumento delle capacita' produttive esistenti
  3. Investimento in una produzione ecologicamente accettabile ed energicamente piu' efficiente
  4. Introduzione di sistemi per il miglioramento aziendale e modernizazzione dei processi
Spese ammissibili: 

Spese generali:

  1. Spese relative all'acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, apparecchiature di misura e controllo, strumenti per lo svolgimento delle attivita' commerciali ed altre spese destinate all'aumento della capacita' produttiva, una produzione ecologicamente accettabile ed energicamente piu' efficiente
  2. Spese relative all'acquisto di attrezzature informatiche, programmi e sistemi informatici destinati al miglioramento del business e la modernizzazione dei processi di business, dedicati esclusivamente per le attivita' commerciali

Spese aggiuntive:

  1. Spese per l'acquisto e la messa in funzione delle attrezzature per le micro centrali elettriche che utilizzano le fonti di energia rinnovabile e la cogenerazione elettrica , fino a 10 KW (produzione di energia elettrica), ed energia termica fino a 30 KW (produzione di calore)
  2. Spese relative all'adattamento degli uffici per I disabili – necessario allegare il certificato di proprieta', come prova che gli uffici sono di proprieta' del presentatore della domanda
  3. Spese relative alla preparazione, introduzione e certificazione dei sistemi di gestione della qualita' e standard, spese di acquisto del diritto di utilizzo del marchio Qualita' croata, Prodotto originale, Prodotti delle isole croate e altri marchi di qualita' riconosciuti
  4. Spese relative alla formazione professionale, acquisizione di nuove conoscenze (know-how) e formazione imprenditoriale
  5. Spese relative alla protezione della proprieta' intellettuale
  6. Spese relative ad esibizioni individuali a fiere nazionali ed internazionali (in caso di sistemazione, ammissibili le spese per alberghi con al massimo 3 stelle, spese trasporto macchina 2kn/km, o spesa biglietto di altri mezzi di trasporto (in caso di viaggio aereo – classe economica)), creazione di un brand, design del progetto, creazione e aggiornamento del sito web e creazione di materiale promozionale
  7. Spese relative al babysitting dei bambini del presentatore della domanda, di proprieta' di donne (maggioranza) (spese asilo e altre attivita' che offrono servizi di babysitter) per il periodo di durata del progetto
Periodo di eleggibilita' spese: tutte le spese sostenute prima della presentazione del progetto, non sono ammissibili
 
Limiti di spese: il valore minimo di supporto e' di 50.000 kune e il valore massimo di supporto e' di 400.000 kune
 
Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto per le micro imprese va fino al 75% delle totali spese ammissibili, mentre per le piccole imprese fino al 50%.
 
Fondi a disposizione: 8.375.000,00 kunae

13.07.2015. - PODUZETNIČKI IMPULS 2015: MIGLIORAMENTO DELLA COMPETTIVITA' DEL SETTORE DEI SERVIZI


Tipo di contributo: a fondo perduto 

Status: aperto dal 20.07.2015 fino al 03.08.2015

La possibilità di applicazione: dal 20.07.2015

Ente di competenza: Ministero dell' artiganato e imprenditoria'

Soggetti beneficiari: micro imprese
 
Programmi ammissibili: 
  1. Gli investimenti in immobilizzazioni che favoririscono il miglioramento delle prestazioni dell'attivita'
  2. Introduzione del sistema di miglioramento aziendale e modernizzazione dei processi
  3. Sviluppo della ricerca per creare nuovi prodotti, modelli di business, servizi e/o processi (compreso il costo del personale impiegato nell'attivita di sviluppo)
Spese ammissibili: 

Spese generali:

  1. Spese relative all'acquisto attrezzature, apparecchiature di misura e controllo e attrrezzature informatiche, esclusivamente per lo svolgimento delle attivita' commerciali
  2. Spese relative all'acquisto di programmi e sistemi informatici destinati al miglioramento del business e la modernizzazione dei processi di business
  3. Tutte le spese relative allo sviluppo della ricerca e creazione di un nuovo prodotto, modello business, servizi e/o processi e costo del personale impiegato nell'attivita' di sviluppo

Spese aggiuntive:

  1. Spese relative all'adattamento degli uffici per I disabili – necessario allegare il certificato di proprieta', come prova che gli uffici sono di proprieta' del presentatore della domanda
  2. Spese relative alla protezione della proprieta' intellettuale
  3. Spese relative alla preparazione, introduzione e certificazione dei sistemi di gestione della qualita' e standard, spese di acquisto del diritto di utilizzo del marchio Qualita' croata, Prodotto originale, Prodotti delle isole croate e altri marchi di qualita' riconosciuti
  4. Spese relative alla formazione professionale, acquisizione di nuove conoscenze (know-how) e formazione imprenditoriale
  5. Spese relative ad esibizioni individuali a fiere nazionali ed internazionali (in caso di sistemazione, ammissibili le spese per alberghi con al massimo 3 stelle, spese trasporto macchina 2kn/km, o spesa biglietto di altri mezzi di trasporto (in caso di viaggio aereo – classe economica)), creazione di un brand, design del progetto, creazione e aggiornamento del sito web e creazione di materiale promozionale
  6. Spese relative al babysitting dei bambini del presentatore della domanda, di proprieta' di donne (maggioranza) (spese asilo e altre attivita' che offrono servizi di babysitter) per il periodo di durata del progetto
 
Periodo di eleggibilita' spese: tutte le spese sostenute prima della presentazione del progetto, non sono ammissibili

Limiti di spese: il valore minimo di supporto e' di 30.000 kune e il valore massimo di supporto e' di 200.000 kune
 
Percentuale di contribuzione: L'intensita' di supporto va fino al 75% delle totali spese ammissibili.

Fondi a disposizione: 5.000.000,00 kunae

21.05.2015. - RISTRUTTURAZIONE E CONVERSIONE DEI VIGNETI

Programma operativo: programma d'aiuto al settore vinicolo 2014-2018
 
Tipo di contributo: a fondo perduto
 
Status: aperto dal 12.05.2015. fino al 12.06.2015.
 
La possibilità di applicazione: dal 12.05.2015.
 
Ente di competenza: Ministero dell' agricoltura
 
Soggetti beneficiari: produttori (persone fisiche o giuridiche) iscritte nel Registro vitivinicolo nel momento di presentazione della domanda. Le persone fisiche soggette all'imposta sul reddito

Programmi ammissibili:

a) sostituzione delle specie (incluse quelle innestate)

b) trasferimento dei vigneti

c) miglioramento delle tecniche di vinificazione

Spese ammissibili:

A) Investimenti relativi alla sostituzione della specie e trasferimento dei vigneti:

attivita' relative alla ristrutturazione dei vigneti – disboscamento del terreno, rimozione dei pali, cavi, raccolta e trasporto di parti di viti, radici e altri residui vegetali

attivita' relative alla preparazione del terreno di un nuovo vigneto (ristrutturato); analisi del terreno, pulizia del terreno da pietre, aratura, triturazione del terreno roccioso, livellamento del terreno per vigneti, disinfezione, concimazione minerale e biologica

attivita' relative alla coltivazione o all'inesto di vigneti nuovi (ristrutturati); pianificazione di piantatura, piantagione vigneti (incluse manodopera, materiali e altri costi), innestamento, installazione e cambio delle strutture di sostegno di un vigneto nuovo (ristrutturato), acquisto di materiali.

B) Investimenti ammissibili nell'ambito del miglioramento delle tecniche di vinificazione nella gestione del vigneto (inclusa la sostituzione della specie o mantenimento di quella esistente):

attivita' di cambiamento della densita' del vigneto – cambio della distanza tra le file del vigneto per evitare il sovraccarico delle singole viti o per il maggior utilizzo della superficie di produzione o per facilitare l'accesso alle macchine...

attivita' di cambiamento della struttura di suporto in modo da aumentare la superficie della foglia, attivita' ammissibile puo' essere anche il cambiamento della struttura di supporto esistente con l'aggiunta di almeno un filo.

attivita' relative al cambiamento della pendenza/livello del vigneto – cambiamento della pendenza del terreno, livellamento del terreno e trasformazione e creazione di un vigneto che permette un diretto accesso con il trattore

attivita' relative alla costruzione di sistemi antierosione (drenaggio) nel vigneto – canali per il drenaggio e/o colettori, scali sotterranei

attivita' relative alla costruzione di terrazzi e muri – terrazzamento, stabilimento, ricostruzione terrazzi con o senza muri in pietra, costruzione o ricostruzione dei muri, comprese le fondamenta necessarie

attivita' relative alle installazioni tecniche in un vigneto nuovo (ristrutturato) – installazione della struttura di supporto del vigneto nuovo (ristrutturato).

attivita' relative al'introduzione o miglioramento del sistema di irrigazione 

Limiti di spesa: 

Il valore minimo di supporto e' di 5.000 €

Il valore massimo di supporto e' di750.000 €

Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto e' del 50% delle totali spese ammissibili.

 

 

21.05.2015 - INVESTIMENTI IN CANTINE E MARKETING DEL VINO

Programma operativo: programma d'aiuto al settore vinicolo 2014-2018

Tipo di contributo: a fondo perduto

Status: aperto dal 12.05.2015. fino al 12.06.2015.
 
La possibilità di applicazione: dal 12.05.2015.

Ente di competenza: Ministero dell' agricoltura

Soggetti beneficiari: produttori (persone fisiche o giuridiche) iscritte nel Registro vitivinicolo nel momento di presentazione della domanda.

  • persone fisiche soggette all'imposta sul reddito

  • micro, piccole e medie imprese che hanno fino a 250 dipendenti e un fatturato fino a 50 milioni € e/o il bilancio totale annuale fino a 43 milioni €

  • grandi imprese che hanno meno di 750 dipendenti o un fatturato inferiore a 200 milioni €

  • grandi imprese che hanno 750 o piu' dipendenti o un fatturato di 200 milioni € o piu'

Programmi ammissibili:

a) Costruzione/ricostruzione di beni immobili

b) Acquisto di nuovi macchinari e attrezzature, inclusi I programmi informatici

c) Spese generali legate alle spese dei punti a) e b) (costi di architetti, ingegneri, servizi di consulenza, analisi fattibilita', acquisto di brevetti e licenze)

Spese ammissibili:

1. Costruzione/ricostruzione di beni immobili

1.1. produzione di vini (dalla ricezione dell'uva, all'imbottigliatura ed etichettatura dei vini in cantina)

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.1.1. regolazione della temperatura (raffreddamento camere, celle frigorifere) spese acquisto e montaggio di impianti di refrigerazione, spese costruzione isolamento /ventilazione

1.1.2. infrastruttura delle cantine podruma (tubature, tubi e varie reti (ossigeno, azoto, acqua, SO2)) – spese per opere edili, artigianali e di installazione

1.2. controllo della qualita'

1.2.1. costruzione/allestimento di laboratorio per il controllo della qualita' dei prodotti dell'uva e vino (costruzione di un laboratorio analitico, anche per vini biologici)

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.3. marketing dei vini e prodotti dell'uva e vino

1.3.1. costruzione di spazi/strutture per la presentazione e vendita (enoteche, showroom, spazi commerciali, negozi, punti vendita al di fuori dell'area commerciale croata, punti vendita nell'azienda o al di fuori dell'unita' di produzione)

  • opere edili

  • opere artigianal

  • opere di installazione

1.4. investimenti relativi all'azienda nel suo complesso – costruzione di strutture di sostegno connesse agli impianti vitivinicoli

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.5. spese generali legate alle attivita' dei punti 1.1.-1.4.

1.5.1. spese generali – costi architetti e ingegneri, costi di consulenza (fino al 10% del totale importo ammissibile

Limiti di spese: 

Il valore minimo di supporto e' di 5.000 €

Il valore massimo di supporto per le micro, piccole e medie imprese e' di 1.500.000 €.

Il valore massimo di supporto per le grandi imprese (meno di 750 dipendenti, fatturato fino a 200 milioni €) 750.000 €; grandi imprese (750 e piu' dipendenti, 200 milioni o piu' di fatturato) 550.000 €

 

Percentuale di contribuzione:

L'intensita' di supporto per le micro, piccole e medie imprese e' del 50%.

L'intensita' di supporto per le grandi imprese (meno di 750 dipendenti, fatturato fino a 200 milioni €) e' del 25%.

L'intensita' di supporto per le grandi imprese (750 e piu' dipendenti, 200 milioni o piu' di fatturato) e' del 24%. 

08.05.2015. - PODUZETNIČKI IMPULS 2015: RIVITALIZZAZIONE DI STRUTTURE COMMERCIALI / UFFICI - 1. TURNO

Tipo di bando: apertura del bando (invito alla presentazione della domanda)

Tipo di contributo: a fondo perduto
 
Status: aperto dal 07.05.2015. fino al 23.06.2015

La possibilità di applicazione: dal 21.05.2015

Ente di competenza: Ministero dell' artiganato e imprenditoria'

Soggetti beneficiari: micro i e piccole imprese (eccetto per I codici ATECO che riguardano l'agricoltura, selvicoltura e pesca; attivita' per che offrono servizi di preparazione cibo e bevande; attivita' relative a giochi d'azzardo e scommesse; attivita' di produzione e vendita di pane)

Programmi ammissibili: arredamento di locali commerciali/uffici in affitto a lungo termine, adattamento, conversione e allargamento locali commerciali/uffici, adattamento degli uffici per persone disabili 

Spese ammissibili: tutte le spese di arredamento dei locali commerciali, tutte le spese di adattamento, conversione e allargamento locali commerciali/uffici, spese relative all'adattamento uffici per persone disabili 
 
Periodo di eleggibilita' spese: tutte le spese sostenute prima della presentazione del progetto, non sono ammissibili

Limiti di spese: il valore minimo di supporto e' di 20.000 kune e il valore massimo di supporto e' di 50.000 kune
 
Percentuale di contribuzione: l''intensita' di supporto per le micro e piccole imprese va fino al 100% delle totali spese ammissibili

Fondi a disposizione: 2.812.500,00 kunae

06.05.2015. - SUPPORTO ALLO SVILUPPO DI PICCOLE AZIENDE AGRICOLE

Fondo: Fondo europeo di sviluppo regionale

 
Programma operativo: programma di sviluppo rurale della Croazia per il periodo 2014-2020

Tipo di contributo: a fondo perduto

Status: aperto dal 27.04.2015. fino al 31.07.2015.
 
La possibilità di applicazione: dal 12.05.2015.

Ente di competenza: Ministero dell' agricoltura

Settore: piccole aziende agricole

Soggetti beneficiari: i soggetti ammissibili possono essere le picole aziende agricole la cui grandezza economica rientra tra le 2.000 e 7.999 €

Programmi ammissibili: all'interno di questo supporto sono ammissibili tutte le attivita' di produzione agricola in conformita' alla Legge sull'agricoltura. Sono ammissibili gli investimenti che possono assicurare la crescita sostenibile e lo sviluppo di piccole aziende, e cio' comprende beni materiali, bestiame, terreni agricoli, macchinari, attrezzature e altro. Tutte le attivita' devono essere elencate nel business plan

Spese ammissibili:

  • Acquisto di animali, piante annuali e perenni, semi e piantine.

  • Acquisto, costruzione e/o attrezzamento di spazi chiusi/protetti e strutture, e altre strutture commerciali inclusa l'infrastruttura interna ed esterna nell'ambito dell'azienda agricola con lo scopo di produzione agricola e/o lavorazione dei prodotti .

  • Acquisto o affitto terreni agricoli.

  • Acquisto di meccanizzazione agricola, macchinari e atrezzature.

  • Coltivazione di nuove piantagioni o ristrutturazione di quelle esistenti.

  • Sistemazione e miglioramento della qualita' del terreno agricolo per lo scopo di produzione agricola.

  • Costruzione e/o attrezzamento di strutture per la vendita e presentazione di propri prodotti, incluse le spese di promozione dei propri prodotti agricoli.

  • Acquisizione di conoscenze e competenze professionali necessarie per svolgere attivita' di produzione agricola e la lavorazione dei prodotti.

  • Attivita' di business dell'azienda agricola.

Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto e' espressa come percentuale del supporto pubblico delle spese ammissibili dell'investimento, ed importa fino al 100% del totale delle spese ammissibili

27.04.2015, - Supporto allo sviluppo di hotel con servizi aggiuntivi

Fondo: Europski fond za regionalni razvoj

Programma operativo: programma operativo di  competitività  e coesione per il periodo 2014i-2020

Tipo di bando: apertura del bando (invito alla presentazione della domanda)

Status: la pubblicazione del bando e' prevista per il 30.06.2015
 
La possibilità di applicazione: dal 30.06.2015

Ente di competenza: Ministero dell' artiganato e imprenditoria'

Settore: PMI

Programmi ammissibili: investimenti in costruzione e attrezzamento di nuove e ristrutturazione e attrezzamento di strutture esistenti, per uno dei seguenti tipi di strutture ricettive del gruppo ALBERGHI: albergo, aparthotel, villaggio turistico, albergo heritage (patrimonio), albergo diffuso; investimenti in costruzione e/o realizzazione di servizi aggiuntivi; formazione specializzata; consulenze; partecipazione a fiereSoggetti beneficiari: piccole e medie imprese

Limiti di spesa: il valore minimo di supporto e' di 1.000.000 kune per progetto e il valore massimo di supporto e' di 10.000.000 kune per progetto

Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto regionale e' del 40% delle totali spese ammissibili

21.04.2015. - Supporto agli investimenti in costruzione e attrezzature per PMI

Fondo:il Fondo europeo di sviluppo regionale

Costruzione
 
Programma operativo: programma operativo di  competitività  e coesione per il periodo 2014i-2020

Tipo di bando: apertura del bando (invito alla presentazione della domanda)

Status: aperto dal 09.04.2015. fino al 31.12.2020.
 
La possibilità di applicazione: dal 11.05.2015.

Ente di competenza: Ministero dell' artiganato e imprenditoria'

Settore: PMI, artigianato

Soggetti beneficiari: i soggetti ammissibili possono essere persone fisiche o giuridiche che sono micro, piccole e medie imprese

Programmi ammissibili: investimento in beni materiali, investimento in beni immateriali, servizi di consulenza forniti da parte di consulenti esterni, partecipazione a fiere, formazione  

Limiti di spesa: il valore minimo di supporto e' di 1.500.000 kune e il valore massimo di supporto e' di 15.000.000 kune

Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto per le micro e piccole imprese e' del 45% delle totali spese ammissibili, mentre per le medie imprese fino al 35%

21.04.2015 - Supporto agli investimenti in attrezzature per PMI

Fondo: il Fondo europeo di sviluppo regionale
Attrezzature

Programma operativo: programma operativo di  competitività  e coesione per il periodo 2014i-2020

Tipo di bando: apertura del bando (invito alla presentazione della domanda)

Status: aperto dal 09.04.2015. fino al 31.12.2020.
 
La possibilità di applicazione: dal 11.05.2015.

Ente di competenza: Ministero dell' artiganato e imprenditoria'

Settore: PMI, artigianato

Soggetti beneficiari: i soggetti ammissibili possono essere persone fisiche o giuridiche che sono micro, piccole e medie imprese

Programmi ammissibili: investimento in beni materiali, investimento in beni immateriali, servizi di consulenza forniti da parte di consulenti esterni, partecipazione a fiere, formazione  

Limiti di spesa: il valore minimo di supporto e' di 500.000 kune e il valore massimo di supporto e' di 5.000.000 kune

Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto per le micro e piccole imprese e' del 45% delle totali spese ammissibili, mentre per le medie imprese fino al 35%

01.10.2014 - Camera di Commercio Istro Veneta

Camera di Commercio Istro Veneta
 
Il giorno 20 Settembre si e' svolta ad Albona (Labin) in Istria, l'Assemblea costitutiva della CAMERA di COMMERCIO ISTRO VENETA, con la partecipazione di oltre 50 iscritti, per lo piu' aziende del Veneto, con l'obiettivo di incrementare gli scambi e la collaborazione degli operatori economici e produttivi tra le due aree storicamente legate dell'Istria e del Veneto.
Hanno partecipato all'evento il Presidente dell' Istria, dott.

Valter Flego, il Direttore di Uniocamere del Veneto, dott. Gianangelo Bellati, Il direttore dell'Agenzia istriana per lo Sviluppo IDA, dott. Boris Sabatti, il Presidente della CCIV sig.

Teobaldo Giovanni Rossi, il Presidente della Commissione Attivita' Produttive del Consiglio Regionale del Veneto, dott. Luca Baggio, numerosi Sindaci dell'Istria e rappresentanti di istituzioni locali.

EURO LABOR d.o.o. e' stata inserita nel POOL OF EXPERTS della CCIV, per supportare gli associati nelle attivita' di sua competenza.
 

06.06.2014. - Presidente della Regione Istriana Valter Flego

INCONTRO CON IL PRESIDENTE DELLA REGIONE ISTRIANA VALTER FLEGO

Imprenditori veneti interessati per collaborare con l’Istria

Presentazione della collaborazione tra Veneto e Istria per i progetti europeiIl Presidente della Regione Istriana Valter Flego assieme al responsabile dell'Amministrazione della Regione Istriana Valerio Drandić e al direttore dell'Agenzia istriana per lo sviluppo Boris Sabatti (IDA), ha incontrato oggi nella sede della Regione Istriana a Pisino, gli imprenditori della Regione Veneto. All'incontro erano presenti: il Presidente della Commissione Lavoro e Attività produttive del Consiglio della Regione Veneto Luca Baggio, il segretario generale di Unioncamere del Veneto Gianangelo Bellati, Enrico Cavaliere e Jan Gaži dell'Euro Labor s.r.l., e Dubravka Škopac (Eurosportello del Veneto).

Il motivo dell'incontro era legato all'accordo concernente la futura cooperazione territoriale fra il Veneto e l'Istria e sulla possibilità di attingere ai mezzi dei fondi e programmi dell'UE. Quali campi di una possibile cooperazione sono in particolare l'agriturismo, l'agricoltura, il turismo e la creazioni di legami fra università. Gli ospiti hanno dimostrato interesse anche per i prodotti autoctoni istriani e le prassi e procedure riguardo alla loro tutela.

Il Presidente Flego ha menzionato che l'Istria e il Veneto sono legate da un'amicizia che dura da anni e da una buona collaborazione sui progetti europei nel periodo di preadesione ed è stato concorde che le possibilità di realizzare progetti comuni sono molte.

- Verso la fine dell'anno avremo a disposizione i mezzi del programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia per il quale stiamo già ora preparando i progetti. Sono contento che gli imprenditori della Regione Veneto abbiano visto l'Istria come un buon partner e sono sicuro che assieme avremo ancora più successo – così ha detto il Presidente Flego. Nell'esprimere la sua approvazione per quanto detto, il signor Drandić ha aggiunto che l'Istria, oltre al turismo, ha bisogno anche di industria per aprire nuovi posti di lavoro.

I presenti hanno parlato anche di temi attuali come la disoccupazione, in particolare dei giovani, e del problema dell'immigrazione clandestina in Italia.
Link all'articolo nel sito della Regione

06.06.2014. - Aiuti per gli investimenti in attrezzature - 2014

Programma di aiuti per gli investimenti in attrezzature - 2014La misura in oggetto finanzia gli investimenti in macchinari per la produzione, ed e' rivolta alle aziende croate con almeno 20 dipendenti.

Viene finanziato con la formula del FONDO PERDUTO il 40% - 50% - 60% dell'investimento, in base alla tipologia dell'azienda, con un massimale di 2.000.000,00 Kn. per ciascun richiedente.

Il termine per la presentazione delle domande e' l' 11 Giugno 2014.

16.04.2014. - Fondi UE anche per professionisti: bandi su misura per Horizon 2020 e COSME

Fondi UE anche per professionisti: bandi su misura per Horizon 2020 e COSMEIl “Piano d’azione europeo per le libere professioni” messo a punto dalla Commissione Europea che prevede l'assimilazione dei professionisti agli imprenditori.

Anche i professionisti potranno accedere ai Fondi strutturali europei finora riservati solo alle imprese Horizon 2020 e COSME. Questo significa che i professionisti, di cui l’UE ha riconosciuto le elevate potenzialità imprenditoriali, potranno accedere agli 80 miliardi di fondi Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione e ai 2,4 miliardi di fondi COSME per la competitività e la crescita economica.

Piano d’azione UE per i professionisti

Lo ha annunciato il vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, a margine della conferenza di Bruxelles dedicata alle libere professioni durante la quale è stato varato il Piano d’azione per le libere professioni: il nuovo orientamento dell’Unione Europea è di aprire ai professionisti le agevolazioni per le imprese andando a valorizzare un giro d’affari di quasi 600 miliardi di euro che dà lavoro a 11 milioni di persone (dati 2010).
I fondi strutturali gestiti a livello nazionale o regionale, così come quelli gestiti direttamente da Bruxelles, saranno messi a disposizione anche dei professionisti. Antonio Tajani ha inoltre sottolineato che "trattandosi di un piano d’azione operativo, parte da subito, già da oggi", quindi d’ora in poi i liberi professionisti potranno essere destinatari di qualunque tipo di fondo europeo.

Iniziative UE per le libere professioni

Oltre a prevedere l’assimilazione dei professionisti agli imprenditori il Piano prevede anche il lancio di alcune iniziative volte ad insegnare ai professionisti come beneficiare dei fondi UE e "un tavolo di lavoro specifico sarà aperto per fare in modo che siano diffuse a livello europeo le migliori pratiche relative alla semplificazione con il contributo attivo delle associazioni di liberi professionisti", ha annunciato Tajani.

Per sostenere le attività dei liberi professionisti sono inoltre state definite alcune specifiche linee d’azione:

  • formazione all’imprenditorialità con l’organizzazione di una piattaforma in grado di mettere in contatto università e liberi professionisti che coinvolga anche le associazioni di imprese e l’avvio di iniziative mirate per la diffusione delle competenze riguardo alla gestione di impresa da parte dei liberi professionisti, anche creando sinergie con iniziative già esistenti;
  • accesso ai mercati, ad esempio con l’apertura della Rete Enterprise Europe Network ai liberi professionisti e con la possibilità per gli stessi di avere a propria disposizione i centri per le piccole e medie imprese nei Paesi terzi;
  • riduzione degli oneri amministrativi;
  • accesso al credito;
  • rafforzamento della partecipazione e della rappresentanza a livello europeo.