EURO LABOR d.o.o., Šetalište V. Gortana 38, 52 470 UmagTel: +385 52 772 266 :: Mob: +385 99 304 2001 ::
  • background
  • background
  • background

LA FINANZA AGEVOLATA E I FONDI EUROPEI

Euro Labor d.o.o. svolge attivita' di supporto allo sviluppo delle imprese utilizzando lo strumento della finanza agevolata, con un'azione di accompagnamento dell'azienda Cliente finalizzato all'ottenimento dei fondi messi a disposizione dall'Unione Europea mediante:
  • Costante monitoraggio degli strumenti agevolativi di carattere Regionale, Nazionale, Europeo;
  • Supporto nell’iter di ottenimento del contributo: Analisi di fattibilità;
  • Presentazione domanda, Gestione rapporti con Ente gestore;
  • Rendicontazione delle spese sostenute ed agevolabili.

La Commissione Europea ha individuato le linee strategiche principali sulle quali intervenire, con l'impiego dei fondi europei, per il raggiungimento degli Obiettivi Europa 2020:
  • Occupazione: innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia compresa tra i 20 e i 64 anni);
  • Ricerca e Innovazione: aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo ed innovazione al 3% del PIL dell’EU (pubblico e privato);
  • Cambiamento climatico ed energia: riduzione delle emissioni di gas serra del 20% (o persino del 30% se le condizioni lo permettono) rispetto al 1990; 20% del fabbisogno di energia ricavato da fonti rinnovabili;
  • Istruzione: riduzione: degli abbandoni scolastici al di sotto del 10%; aumento del 40% dei 30-34enni con un’istruzione universitaria;
  • Lotta contro la povertà: almeno 20 milioni di persone a rischio o in situazione di povertà ed emarginazione in meno

18.11.2015 - RISTRUTTURAZIONE E CONVERSIONE DEI VIGNETI

Programma operativo: programma d'aiuto al settore vinicolo 2014-2018
 
Tipo di contributo: a fondo perduto
 
Status: aperto dal 18.11.2015. fino al 21.12.2015.
 
La possibilità di applicazione: dal 21.12.2015.
 
Ente di competenza: Ministero dell' agricoltura
 
Soggetti beneficiari: produttori (persone fisiche o giuridiche) iscritte nel Registro vitivinicolo nel momento di presentazione della domanda. Le persone fisiche soggette all'imposta sul reddito

Programmi ammissibili:

a) sostituzione delle specie (incluse quelle innestate)

b) trasferimento dei vigneti

c) miglioramento delle tecniche di vinificazione

Spese ammissibili:

A) Investimenti relativi alla sostituzione della specie e trasferimento dei vigneti:

• attivita' relative alla ristrutturazione dei vigneti – disboscamento del terreno, rimozione dei pali, cavi, raccolta e trasporto di parti di viti, radici e altri residui vegetali

• attivita' relative alla preparazione del terreno di un nuovo vigneto (ristrutturato); analisi del terreno, pulizia del terreno da pietre, aratura, triturazione del terreno roccioso, livellamento del terreno per vigneti, disinfezione, concimazione minerale e biologica

• attivita' relative alla coltivazione o all'inesto di vigneti nuovi (ristrutturati); pianificazione di piantatura, piantagione vigneti (incluse manodopera, materiali e altri costi), innestamento, installazione e cambio delle strutture di sostegno di un vigneto nuovo (ristrutturato), acquisto di materiali.

B) Investimenti ammissibili nell'ambito del miglioramento delle tecniche di vinificazione nella gestione del vigneto (inclusa la sostituzione della specie o mantenimento di quella esistente):

• attivita' di cambiamento della densita' del vigneto – cambio della distanza tra le file del vigneto per evitare il sovraccarico delle singole viti o per il maggior utilizzo della superficie di produzione o per facilitare l'accesso alle macchine...

• attivita' di cambiamento della struttura di suporto in modo da aumentare la superficie della foglia, attivita' ammissibile puo' essere anche il cambiamento della struttura di supporto esistente con l'aggiunta di almeno un filo.

• attivita' relative al cambiamento della pendenza/livello del vigneto – cambiamento della pendenza del terreno, livellamento del terreno e trasformazione e creazione di un vigneto che permette un diretto accesso con il trattore

• attivita' relative alla costruzione di sistemi antierosione (drenaggio) nel vigneto – canali per il drenaggio e/o colettori, scali sotterranei

• attivita' relative alla costruzione di terrazzi e muri – terrazzamento, stabilimento, ricostruzione terrazzi con o senza muri in pietra, costruzione o ricostruzione dei muri, comprese le fondamenta necessarie

• attivita' relative alle installazioni tecniche in un vigneto nuovo (ristrutturato) – installazione della struttura di supporto del vigneto nuovo (ristrutturato).

• attivita' relative al'introduzione o miglioramento del sistema di irrigazione 

Limiti di spesa: 

Il valore minimo di supporto e' di 5.000 €

Il valore massimo di supporto e' di750.000 €

Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto e' del 50% delle totali spese ammissibili.

18.11.2015 - INVESTIMENTI IN CANTINE E MARKETING DEL VINO

Programma operativo: programma d'aiuto al settore vinicolo 2014-2018

Tipo di contributo: a fondo perduto

Status: aperto dal 18.11.2015. fino al 21.12.2015.
 
La possibilità di applicazione: dal 18.11.2015.

Ente di competenza: Ministero dell' agricoltura

Soggetti beneficiari: produttori (persone fisiche o giuridiche) iscritte nel Registro vitivinicolo nel momento di presentazione della domanda.

  • persone fisiche soggette all'imposta sul reddito

  • micro, piccole e medie imprese che hanno fino a 250 dipendenti e un fatturato fino a 50 milioni € e/o il bilancio totale annuale fino a 43 milioni €

  • grandi imprese che hanno meno di 750 dipendenti o un fatturato inferiore a 200 milioni €

  • grandi imprese che hanno 750 o piu' dipendenti o un fatturato di 200 milioni € o piu'

Programmi ammissibili:

a) Costruzione/ricostruzione di beni immobili

b) Acquisto di nuovi macchinari e attrezzature, inclusi I programmi informatici

c) Spese generali legate alle spese dei punti a) e b) (costi di architetti, ingegneri, servizi di consulenza, analisi fattibilita', acquisto di brevetti e licenze)

Spese ammissibili:

1. Costruzione/ricostruzione di beni immobili

1.1. produzione di vini (dalla ricezione dell'uva, all'imbottigliatura ed etichettatura dei vini in cantina)

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.1.1. regolazione della temperatura (raffreddamento camere, celle frigorifere) spese acquisto e montaggio di impianti di refrigerazione, spese costruzione isolamento /ventilazione

1.1.2. infrastruttura delle cantine podruma (tubature, tubi e varie reti (ossigeno, azoto, acqua, SO2)) – spese per opere edili, artigianali e di installazione

1.2. controllo della qualita'

1.2.1. costruzione/allestimento di laboratorio per il controllo della qualita' dei prodotti dell'uva e vino (costruzione di un laboratorio analitico, anche per vini biologici)

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.3. marketing dei vini e prodotti dell'uva e vino

1.3.1. costruzione di spazi/strutture per la presentazione e vendita (enoteche, showroom, spazi commerciali, negozi, punti vendita al di fuori dell'area commerciale croata, punti vendita nell'azienda o al di fuori dell'unita' di produzione)

  • opere edili

  • opere artigianal

  • opere di installazione

1.4. investimenti relativi all'azienda nel suo complesso – costruzione di strutture di sostegno connesse agli impianti vitivinicoli

  • opere edili

  • opere artigianali

  • opere di installazione

1.5. spese generali legate alle attivita' dei punti 1.1.-1.4.

1.5.1. spese generali – costi architetti e ingegneri, costi di consulenza (fino al 10% del totale importo ammissibile

Limiti di spese: 

Il valore minimo di supporto e' di 5.000 €

Il valore massimo di supporto per le micro, piccole e medie imprese e' di 1.500.000 €.

Il valore massimo di supporto per le grandi imprese (meno di 750 dipendenti, fatturato fino a 200 milioni €) 750.000 €; grandi imprese (750 e piu' dipendenti, 200 milioni o piu' di fatturato)550.000 €

Percentuale di contribuzione:

L'intensita' di supporto per le micro, piccole e medie imprese e' del 50%.

L'intensita' di supporto per le grandi imprese (meno di 750 dipendenti, fatturato fino a 200 milioni €) e' del 25%.

L'intensita' di supporto per le grandi imprese (750 e piu' dipendenti, 200 milioni o piu' di fatturato) e' del 24%. 

01.10.2015. - SUPPORTO AI GIOVANI AGRICOLTORI

Fondo: Fondo europeo di sviluppo regionale

Programma operativo: programma di sviluppo rurale della Croazia per il periodo 2014-2020

Tipo di contributo: a fondo perduto

Status: aperto dal 05.10.2015. fino al 23.12.2015.
 
La possibilità di applicazione: dal 05.10.2015.

Ente di competenza: Ministero dell' agricoltura

Settore: piccole aziende agricole

Soggetti beneficiari: 

  • Persone fisiche che al momento dell'applicazione della domanda sono tra I 18 – 40 anni di eta', possiedono competenze e conoscenze professionali adeguate riguardo l'agricoltura, e avviano per la pria volta un'azienda agricola come titolari di aziende agricole
  • sono registrati come produttori agricoli  in conformita' con la Legge sull'agricoltura per un periodo di al massimo 15 mesi prima del giorno di applicazione della domanda
  • l'utente deve avere competenze e conoscenze adeguate sull'agricoltura per  svolgere attivita' agricole. Se non soddisfa le richieste riguardo la competenza e la conoscenza, deve realizzare le stesse entro 36 mesi dal giorno della Decisione sulla ripartizione dei fondi, a condizione che queste necessita' siano menzionate nel business plan.  
  • L'utente di questa sub-misura ha l'obbligo di regolare la propria azienda in conformita' alla definizione di un'azienda agricola attiva, entro 18 mesi dal giorno di fondazione / attivazione dell'azienda

Programmi ammissibili: All'interno di questo supporto sono ammissibili tutte le attivita' di produzione agricola in conformita' alla Legge sull'agricoltura. Il supporto start-up puo' coprire le spese d'acquisto dei diritti di proprieta', di bestiame, beni materiali, macchinari, acquisto o affitto di terreni agricoli...  

Spese ammissibili: Non ci sono specificazioni riguardo gli investimenti ammissibili, le spese dell'investimento devono essere in conformita' con il business plan presentato dall'utente, nel quale verra' presentato il piano del modo nel quale l'investimento assicurera' la sua crescita e lo sviluppo sostenibile

Limiti di spesa: Il valore massimo di supporto pubblico per progetto e' di 50.000 €

Percentuali di contribuzione: L'intensita' del supporto e' espresso come una percentuale di supporti pubblici nelle spese ammissibili dell'investimento, ed importa fino al 100% del totale delle spese ammissibili

18.09.2015. - PODUZETNIČKI IMPULS 2015: RIVITALIZZAZIONE DI STRUTTURE COMMERCIALI / UFFICI - 2. TURNO

Tipo di bando: apertura del bando (invito alla presentazione della domanda)

Tipo di contributo: a fondo perduto
 
Status: aperto dal 28.09.2015. fino al 19.10.2015

La possibilità di applicazione: dal 28.09.2015

Ente di competenza: Ministero dell' artiganato e imprenditoria'

Soggetti beneficiari: micro i e piccole imprese (eccetto per I codici ATECO che riguardano l'agricoltura, selvicoltura e pesca; attivita' per che offrono servizi di preparazione cibo e bevande; attivita' relative a giochi d'azzardo e scommesse; attivita' di produzione e vendita di pane)
 
Programmi ammissibili: arredamento di locali commerciali/uffici in affitto a lungo termine, adattamento, conversione e allargamento locali commerciali/uffici, adattamento degli uffici per persone disabili 
 
Spese ammissibili: tutte le spese di arredamento dei locali commerciali, tutte le spese di adattamento, conversione e allargamento locali commerciali/uffici, spese relative all'adattamento uffici per persone disabili 
 
Periodo di eleggibilita' spese: tutte le spese sostenute prima della presentazione del progetto, non sono ammissibili

Limiti di spese: il valore minimo di supporto e' di 20.000 kune e il valore massimo di supporto e' di 50.000 kune
 
Percentuale di contribuzione: l''intensita' di supporto per le micro e piccole imprese va fino al 100% delle totali spese ammissibili

Fondi a disposizione: 4.437.500,00 kunae

25.08.2015. - PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE INFRASTRUTTURE TURISTICHE PUBBLICHE NEL 2015

Tipo di contributo: a fondo perduto

Stato: aperto dal 06.08.2015 fino al 21.09.2015

Possibilita' di applicazione: dal 06.08.2015

Ente di competenza: Ministero del turismo

Soggetti ammissibili: Soggetti del settore pubblico

Governi locali (regioni); governi locali (citta', comuni); enti pubblici che gestiscono aree protette

Oggetto di finanziamento:

- Spiagge

- Centri di interpretazione/per visitatori

- Infrastruttura cicloturistica pubblica

- Strutture di infrastrutture turistiche gestite da enti locali che gestiscono aree protette      

- Progetti di infrastrutture turistiche pubbliche finanziati dai Fondi di sviluppo del turismo attraverso i programmi del Ministero del turismo del 2013 e 2014 - continuazione 

Spese ammissibili: 

Costi realizzazione della documentazione progettuale

Spese di costruzione, ampliamento, ricostruzione o adattamento, arredamento e attrezzamento di strutture dell'infrastruttura turistica pubblica

Imposta sul valore aggiunto con allegata la Dichiarazione riguardo l'IVA (Allegato 1)

Spese non ammissibili:

- progetti che non sono in conformita' con la documentazione della pianificazione territoriale o con le leggi applicabili della Croazia

- progetti non chiari (se dalla documentazione consegnata non sono chiari gli obiettivi, lo scopo e la valorizzazione turistica) e progetti che non sono in conformita' con il Programma

- progetti che non hanno regolate le condizioni di proprieta' o altre condizioni legali o che non hanno nessuna competenza su strutture dove si intende realizzare il progetto presentato

- progetti di soggetti che non hanno debiti fiscali verso lo stato

Limiti di spese: Il valore minimo di supporto e' di 100.000 kune, mentre il valore massimo di supporto e' di 2.000.000 di kune.

Percentuale di contribuzione: l'intensita' di supporto arriva fino all'80% delle totali spese ammissibili per singolo programma o progetto.